SerieTv


House e la Cuddy, finalmente, si baciano: 30 secondi di limone duro e poi lui se ne va con un timido

“buionanotte”… serve altro?!?!

Annunci

episodio doppio per un inizio di stagione che non disattende le aspettative

Innanzitutto, Sylar è fratello di Peter e Nathan [o almeno, così la loro madre dichiara alla fine dell’episodio]
Peter pasticcione combina un casino via l’altro tornando dal futuro per evitare che il fratello dichiari l’esistenza di questi mutanti [infatti è lui che gli spara nell’episodio finale della scorsa stagione], come se non bastasse imprigiona il Peter del presente dentro il corpo di uno dei cattivoni nascosti dentro le prigione delle ‘Compagnia’… peccato però che poi tutti questi cattivoni scappino [e Peter con loro]: è probabile che nel tentativo di renderli innocui Peter rischi pesantemente la vita.

tornando a Sylar: recupera parte dei suoi poteri, partendo da Claire, lobotomizzata senza anestesia.. adesso fa davvero paura [e quando finalmente lo si mette al sicuro, ci pensa la signora Petrelli a liberarlo….. core de mamma]

L’altro pasticcione del gruppo, Hero, perde la metà di una formula che potrebbe provocare la fine del mondo…. partirà quindi di nuovo alla ricerca di una missione, ma sembra più gatto silvestro e titty che altro.

Infine… il nostro Dr Suresh…. una notizia bella e una brutta: la bella è che si tromba Maya, la pessima è che trova un siero per generare superpoteri.. ma come in “La Mosca” gli effetti collaterali non tardano a farsi sentire….. tipo che la pelle gli si strappa tipo sacchetto del super…

signori e signore, ecco un’altra doppia puntata finale.. e che finale!!

Callie decide finalmente cha la Hann þsì, la Hann] è l’amore della sua vita: un lungo e tumido bacio all’uscita dell’ospedale sancisce la felice unione. La Bailey prova a tornare col marito [mollando la responsabilità della clinica a Izzie] il capo ritorna con la moglie, Derek capisce che non è un fallito e deve tornare con Grey, la quale capisce che deve almeno provarci a fidarsi di ‘Mr Dreamy’.
In questo tripudio di ammore e belle intenzioni per il futuro, gli unici a rimanere a bocca asciutta sono Sloan [dapprima intrigato da una storia a tre con le nuove amanti di saffo poi capitola comprendendo la l’inutilita del suo pisello nel rapporto tra la Hanne Callie] e Alex.

Questo, poveraccio, deve sopportare un tentativo di suicidio di Rebecca, che dopo una gravidanza isterica si trova pure nel mezzo di una crisi di identità]: il che gli fa ricordare della sua mamma e dell’infanzia infelice. A fine puntata cerca un pò di ristoro, comprensione, e naturalmente un pò di patata, tra le caldi braccia di Izzie, che gliela fa annusare ma nulla più: per questa stagione il tirocinante più inutile che il Seattle Grey ricordi dovrà arrangiarsi altrimenti.

Mi chiederete.. ed il povero O’malley?!?!? rimane con l’unica donna pisellabile: la sorellina di Meredith, che non sembra essere insensibile al fascino del tirocinante [al quale verrà data una seconda possibilità di ripetere l’esame]

Ovviamente l’inizio della prossima stagione è telefonatissimo: prima di unire i propri corpi nell’estasi sublime che è propria dell’amore [cit], ma non prima di infilargli in bocca due metri di lingua, la lingua dell’ammore [ricit] Derek dice a Grey che ritiene più da uomo dare il benservito a Rose [porella, aveva iniziato con così tanto carattere, pensavamo tutti avrebbe resistito più di 5 puntate… invece…] di persona…. ma dico io.. un sms che fa tanto web 2.0 non era lo stesso?!?!? Vabbuò.. tant’è che secondo me la prima scena della prossima stagione sarà un bell’incidente in cui Derek avrà un trauma cerebrale di quelli che soltanto lui sarebbe in grado di mettere a posto con Grey che, naturalmente, la salverà come il suo bel principe azzurro ha fatto in passato.

Amber muore.
Ha la malaugurata idea di andare a recuperare House ubriaco perso in un bar. prendono  un’autobus  e poco prima che questo venga coinvolto in un incidente devastante House nota che le pillole contro l’influenza che prende Amber sono, alla luce del camion che sta venendo in contro all’autobus, potenzialmente mortali.

Il problema è che dopo l’incidente, House ci impiega un’intero episodio a ricordarsi il sintomo e, soprattutto la persona in questione, a causa di un vuoto di memoria generato dal trauma:tra un arresto cardiaco, un trauma cranico, ed un’elettroshock all’encefalo perde troppo tempo, e quando viene a capo della questione è ormai troppo tardi. A wilson non rimane che rianimare la poveretta, darle un ultimo bacio, e spegnere il bypass che la sta mantenendo in vita.

la morale di questa quarta serie??? se siete sbronzi, prendete un taxi, è meglio.

episodio al limite del noioso: a parte il bacio finale fra Juliet e Jack, non racconta nulla di nuovo… giusto qualche retroscena sulla vita di Juliet e l’ossessione che Ben ha/aveva per lei….

Puntanta incentrata sulle vicende di Desmond, che di ritorno dall’isola in elicottero ha un piccolo sfasamento spazio-temporale, e si ritrova ad intermittenza a vivere nel passato, con uno scostamento di circa 10 anni, quasi che non gli bastasse il periodo si preveggenza durato fino alla morte di Charlie.
Telefonando a kate e Jack, scopriamo che il viaggio, di poche miglia è in realtà durato, per quelli che stanno sull’isola, oltre una giornata.
Per evitare che i neuroni vadano in poltiglia, viene consigliato a Desmond di trovarsi una ‘costante’ tra il passato che rivive e il presente:  con un discreto senso dell’umorismo, Desmond decide di chiedere a Polly [che nel passato aveva appena mollato per entrare nell’esercito] di far finta di non conoscerlo [questa è la parte facile] per 10 anni senza però cambiare il numero di telefono [questo è meno facile] garantendo di aspettare una sua telefonata alla vigilia di natale  allo scadere del 10° anno: già, perchè scopriamo anche che Sayd e Desmond arrivano sul battello proprio la notte di natale.
Lieto fine molto scontato: Desmond telefona a Polly, che oramai da tre anni lo stacva cercando in lungo ed in largo.

Poche cose al di fuori di queto avvenimento, ma una molto importante: durante una sua divagazione nel passato Desmond ritrova il padre di Polly ad un’asta, nella quale viene venduto un diocumento molto importante, appartenuto alla famiglia Hanso [quella della omonima fondazione che finanzia il progetto Dharma]…indovinate chi si aggiudica l’oggetto!?!?!?

Che Kate fosse una dei superstiti lo si sapeva già dal finale della terza stagione, quello che scopriamo in questo episodio è che si porta dietro Aaron e che dovrà comunque sostenere il processo per i crimini commessi prima del disastro aereo.
Jake testimonierà in suo favore, ed in questo frangente si scopre che la storia dei superstiti è assolutamente artefatta, parlano solo di loro “sei sopravvissuti dell’oceanic” e niente più. Non è indifferente il dettaglio che tra di loro i sopravvissuti parlano di ‘8’ tornati indietro [ragionevolmente si tratta di Ben e Juliet]
Nel frattempo, sull’isola, Kate si ficca nei guai per aver cercato di recuperare informazioni da uno dei soccorritori tenuto in ostaggio da Locke, che sempre più si erge a dittatore del suo gruppo. Sawyer proverà a farla rimanere, ma il compromesso pare molto difficile… infine, Locke stesso dirà a Kate che non è più la benvenuta nel gruppo, e che si dovrà arrangiare.

Pagina successiva »