episodio al limite del noioso: a parte il bacio finale fra Juliet e Jack, non racconta nulla di nuovo… giusto qualche retroscena sulla vita di Juliet e l’ossessione che Ben ha/aveva per lei….

Annunci

Puntanta incentrata sulle vicende di Desmond, che di ritorno dall’isola in elicottero ha un piccolo sfasamento spazio-temporale, e si ritrova ad intermittenza a vivere nel passato, con uno scostamento di circa 10 anni, quasi che non gli bastasse il periodo si preveggenza durato fino alla morte di Charlie.
Telefonando a kate e Jack, scopriamo che il viaggio, di poche miglia è in realtà durato, per quelli che stanno sull’isola, oltre una giornata.
Per evitare che i neuroni vadano in poltiglia, viene consigliato a Desmond di trovarsi una ‘costante’ tra il passato che rivive e il presente:  con un discreto senso dell’umorismo, Desmond decide di chiedere a Polly [che nel passato aveva appena mollato per entrare nell’esercito] di far finta di non conoscerlo [questa è la parte facile] per 10 anni senza però cambiare il numero di telefono [questo è meno facile] garantendo di aspettare una sua telefonata alla vigilia di natale  allo scadere del 10° anno: già, perchè scopriamo anche che Sayd e Desmond arrivano sul battello proprio la notte di natale.
Lieto fine molto scontato: Desmond telefona a Polly, che oramai da tre anni lo stacva cercando in lungo ed in largo.

Poche cose al di fuori di queto avvenimento, ma una molto importante: durante una sua divagazione nel passato Desmond ritrova il padre di Polly ad un’asta, nella quale viene venduto un diocumento molto importante, appartenuto alla famiglia Hanso [quella della omonima fondazione che finanzia il progetto Dharma]…indovinate chi si aggiudica l’oggetto!?!?!?

Che Kate fosse una dei superstiti lo si sapeva già dal finale della terza stagione, quello che scopriamo in questo episodio è che si porta dietro Aaron e che dovrà comunque sostenere il processo per i crimini commessi prima del disastro aereo.
Jake testimonierà in suo favore, ed in questo frangente si scopre che la storia dei superstiti è assolutamente artefatta, parlano solo di loro “sei sopravvissuti dell’oceanic” e niente più. Non è indifferente il dettaglio che tra di loro i sopravvissuti parlano di ‘8’ tornati indietro [ragionevolmente si tratta di Ben e Juliet]
Nel frattempo, sull’isola, Kate si ficca nei guai per aver cercato di recuperare informazioni da uno dei soccorritori tenuto in ostaggio da Locke, che sempre più si erge a dittatore del suo gruppo. Sawyer proverà a farla rimanere, ma il compromesso pare molto difficile… infine, Locke stesso dirà a Kate che non è più la benvenuta nel gruppo, e che si dovrà arrangiare.

Sayid è uno dei sei che si salvano, una volta tornato indietro si metterà alle dipendenze di Ben [?!] come killer uccidendogli uomini che sono su una non meglio precisata lista.  Flashforward a parte, sull’isola la divisione tra i due gruppi continua, ma alla fine almeno Sayid riesce a salire sull’elicottero e a tornare sulla nave; dei soccorritori due rimangono volontariamente a terra per effettuare degli studi [tipo scoprire perché tra l’isola e il resto del mondo c’è uno spazio dempo di 31 minuti circa] oppure perché diventati merce di scambio con Locke sempre più misteriosamente legato ai segreti dell’isola.

Episodio interlocutorio: viene accennata l’identità del team che si occupa del soccorso dei nostri, i quali vengono però raccolti uno dagli isolani [quelli che desiderano rimanere] e tre dai partenti… naturalmente la messa peggio è quella che rimane impastoiata nelle grinfie di Locke, sempre ad un centimetro dal piantarle una pallottola in testa.

Punti topici dell’episodio: il ritrovamento di un Orso polare nel deserto tunisino, vecchio di milioni di anni, ma con un collare della Dharma Initiative e scoprire che in realtà il team sta cercando Ben, ma che questi ha un suo uomo sulla nave dei soccorritori…
Nel mezzo scene varie di vita nel mondo in seguito al ritrovamento dei resti del volo Oceanic. Rientra in scena il Negrone che Hurley aveva visto nella clinica psichiatrica a suo tempo; si scopre che Naomi in realtà ha [aveva] una formazione militare, e che di sicuro le immagini dei resti dell’aereo in fondo all’oceano non corrispondono al vero poichè, ad esempio, il corpo del pilota non può essere quello vero [in quanto è morto sull’isola].

grandioso inizio di stagione: si parte dal dopo… cioè da dopo il salvataggio [nel senso che si sposta l’azione ad un non meglio precisato futuro].. Hurley  impazzisce e ritorna in una casa di cura per malattie mentali… a questo punto, facendo la somma, si sa per certo che sopravviveranno in Jake, Kate e Hurley, il quale dice di essere uno dei ‘sei dell’Oceanic’

si ritorna poi al ‘presente’ con tutti ancora sull’isola, nel tentativo di mettersi in contatto ccn la nave dei soccorsi, di cui si capisce ancora bene l’obiettivo nei confronti dei naufraghi…

Tra flashback e flashforward si fa in tempo a vedere Hurley che incontra Charlie [che pare non essere morto, o sì.. boh, di sicuro non è uscito dal cast!] ma essendo che il ragazzo non ci sta dentro con la testa la cosa non vuol dire necessariamente che sia morto…

Il totale di questo primo episodio è che i sopravvissuti si dividono in due gruppi; il primo segue Locke nelle baracche degli ‘Altri’  per difendersi dalla nuova minaccia, gli altri con Jack attendono l’arrivo di quelli reputano essere i loro soccorritori.
Altro flashforward: Jack va a trovare Hurley…. c’è un segreto da nascondere…. l’isola li rivuole indietro….
Nell’ultima scena dell’episodio si vede un elicottero che atterra, un paracadutista si unisce alla compagnia

serie bella intensa.. come al solito i dettagli e le complicazioni si sprecano, ma un riassunto generale aiuta a seguire meglio le peripezie dei nostri eroi…
innanzitutto tra Sawyer e Kate scoppierà se non l’ammmore, almeno una sana dose di sesso, complice l’intesa crescente tra Jack e Juliet [la dottoressa degli ‘Altri’].
ovviamente riusciranno tra mille peripezie a scappare dalla loro prigionia, conm l’aiuto di Jack che ne terrà in mano il destino durante un’operazione di tumore cui si dovrà sottoporsi ben [stranamente l’unico sull’isola che si ammala, mentre tutti, di solito, guariscono]…
tra gli altri…
Mr Eko morirà, Desmond comincerà a prevedere il futuro provando di volta in volta a salvare tizio e caio da morti improbabili…
La gravidanza di Sun andrà avanti tranquillamente, finchè Juliet le farà sapere che tutte le donne rimaste incinte sull’isola sono morte dopo al massimo 4 mesi: il suo ruolo nell’isola è infatti proprio quello di capirne il motivo: tra l’altro le propietà taumaturgiche dell’isola vengono esaltate nell’essere state determinanti nel far tornare fertile Jin [non fosse stato suo il figlio avrebbe significato che era incinta prima di arrivare sull’isola, con buona pace di sopravvivenza del nascituro]
Si scoprirà che Locke ha deciso di fare il battitore libero [neè coi nostri eroi nè con gli altri], quando Ben gli farà conoscere Jacob, un’entità misteriosa dai poteri davvero incredibili.
Said riuscirà a trovare un punto debole nel sistema di difesa dei nemici, e riuscirà finalemente a mettersi in contatto con l’esterno nonostante l’ammonimento di Ben che indica nel loro arrivo una fine imminente per tutti…
infatti per la 4a serie dobbiamo attenderci oltre agli ‘Altri’ degli altri ‘Altri’… un gran casino insomma.
C’è di sicuro che il finale di stagione vede Jack e Kate reincontrarsi nel futuro rimpiangendo e maledicendo il giorno in cui hanno fatto quella chiamata….