Dr. House


House e la Cuddy, finalmente, si baciano: 30 secondi di limone duro e poi lui se ne va con un timido

“buionanotte”… serve altro?!?!

Annunci

Ci aspettavamo tutti almeno un 10 minuti con House ancora ricoverato, ma non succede niente di questo, un’episodio come tanti altri, a due mesi dai fatti del finale di stagione precedente.

Naturalmente nessuno è interessato all’ennesima paziente che rischia la vita, nonostante gli assistenti ci provino per tutta la puntata senza riuscire a capirne un’acca ad House bastano 3 minuti di orologio per diagnosticare correttamente il problema, lasciandocene almeno 30 incentrati sul reale problema: cosa farà Watson dopo 2 mesi di viaggi intorno al mondo [ragionevolmente alla ricerca di sè o non sappiamo cos’altro?]

Alla fine il nostro dinamico duo si separa: Wilson comprende che il problema non è che house è la causa [indiretta] dellamorte di Amber.. ma semplicemente che non sono più amici, se mai lo sono stati: se ne andrà via, lasciando [si spera] house davvero senza parole.

Tutto sommato la cosa non può che farci piacere… dopotutto nelle 4 serie precedenti hanno provato a far  smuovere house in ognii maniera possibile [ex moglie, colpi di pistola, assistenti dimissionari, inchieste giudiziarie] ma lui ne è sempre uscito arroccato sulla sua antisocialità e sul suo cinismo… vedremo se la dipartita di Wilson.

E’ probabile però che già col prossimo episodio [Not Cancer] il ruolo di Wilson risulti più che mai esaltato in questo inizio di stagione

Amber muore.
Ha la malaugurata idea di andare a recuperare House ubriaco perso in un bar. prendono  un’autobus  e poco prima che questo venga coinvolto in un incidente devastante House nota che le pillole contro l’influenza che prende Amber sono, alla luce del camion che sta venendo in contro all’autobus, potenzialmente mortali.

Il problema è che dopo l’incidente, House ci impiega un’intero episodio a ricordarsi il sintomo e, soprattutto la persona in questione, a causa di un vuoto di memoria generato dal trauma:tra un arresto cardiaco, un trauma cranico, ed un’elettroshock all’encefalo perde troppo tempo, e quando viene a capo della questione è ormai troppo tardi. A wilson non rimane che rianimare la poveretta, darle un ultimo bacio, e spegnere il bypass che la sta mantenendo in vita.

la morale di questa quarta serie??? se siete sbronzi, prendete un taxi, è meglio.

Mentre House cerca di distruggerela relazione tra Amber [la stronza tagliagole] e Wilson si ritrova tra le mani una donna Ebrea Hassidica, con la solita malattia misteriosa che la porta in punto di morte giusto in tempo perchè House intuisca che il problema, in realtà è un rene male attaccato al resto degli organi che si è staccato durante i festeggiamenti del matrimonio di quest’ultima.
Punto forte della puntata [da cui il titolo] il mantra di House ‘people don’t change’ [la gente non cambia] che ritiene per buona parte dell’episodio che i problemi della ragazza siano dovuti al passato da eroinomane, oltre ai soliti causticissimi giudizi sulla religiosità in quanto tale…

In Antartide la psicologa di una spedizione di ricercatori si spacca l’alluce di un piede, non se ne accorge e per questo ne fa combinare di cotte e di crude al suo spasimante segreto, quali bere la sua urina, trapanarle il cranio ecc. ecc. seguendo le indicazioni di House in alta definizione 1080p.
Nel frattempo, in america si consuma una inutile battaglia per permettere ad House di vedere la TV via cavo a spese dell’ospedale.

Sorpresa delle sorprese, Wilson si sta vedendo con Amber [la stronza tagliagole]

Episodio natalizio, anche se andato in onda ben oltre la befana.
Il nostro eroe salva l’ennesima vita di una donna, apparentemente condannata a morte dalla solita malattia che non lascia scampo, quando si accorge che in realtà i sintomi sono dovuti ai postumi di una mastectomia.
Il titolo si riferisce al fatto che la figlia di questa donna non è in effetti sua figlia, ma le è stata affidata dalla madre naturale tossicodipendente [comunque il particolare è irrilevante ai fini della vicenda]